Piani di zona, un bene comune

25/10/2019



Firmato un importante accordo tra Regione e Sindacati.

"Prendersi Cura, un Bene comune” è la denominazione del Piano Sociale Regionale adottato ad inizio anno che contiene gli obiettivi strategici e la programmazione per il prossimo triennio nella Regione Lazio per il sistema integrato degli interventi e i servizi sociali.

Sono le prime righe dell'accordo firmato il 23 Ottobre scorso presso la sede dell'Assessorato regionale Politiche Sociali Welfare ed Enti Locali. Firmatari, oltre all'Assessore Troncarelli, Cgil Cisl Uil del Lazio unitamente a Spi Fnp e Uilp regionali. Un importante ulteriore passo avanti con la Regione che riconosce in questo accordo il ruolo dei sindacati e del terzo settore per "lavorare insieme".

Già la legge regionale 11/2016 veniva riconosciuto "il ruolo degli enti del terzo settore" e promossa "la partecipazione attiva degli stessi nelle fasi di programmazione, progettazione e realizzazione concertata del sistema integrato".

In tale contesto si inserisce l'accordo del 23 Ottobre che fa riferimento all'elaborazione dei Piani di Zona. Nel documento viene affermato che gli "Uffici di Piano dei distretti sociosanitari sono invitati a convocare entro la metà di novembre un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali e le reti associative del terzo settore al fine di illustrare la programmazione vigente, rappresentare lo stato dei servizi, raccogliere le istanze del territorio in funzione del futuro ciclo di programmazione alla luce del Piano sociale regionale."

Successivamente i risultati di questi confronti tra uffici di piano, sindacati e terzo settore, saranno acquisiti dall'Assessorato che ne farà strumento di valutazione e approfondimento.

Non possiamo che esprimere il nostro apprezzamento per questo nuovo accordo che valorizza la sinergia tra politica, sindacati e terzo settore.