Comitato Esecutivo del 22 Ottobre 2018

Comitato Esecutivo del 22 Ottobre 2018

24/10/2018



Roma, 24 Ottobre – Nella mattinata del 22 Ottobre, presso l'Albergo Chiocchiò di Artena, si è svolto il Comitato Esecutivo della Fnp Cisl Lazio. Il Segretario Generale, Antonio Masciarelli, ha aperto i lavori, ai quali ha partecipato il Segretario della Fnp Nazionale Maurizio Colombo, con un'attenta analisi della situazione politica e sindacale che il Paese sta vivendo, evidenziando, in maniera particolare, la pericolosa deriva che l'Italia andrebbe a prendere se quanto indicato nel Def dovesse veramente essere attuato, sia all'interno che all'esterno dei nostri confini nazionali, visto che chi guida l'attuale Governo sembra interessato più a perseguire i propri interessi, piuttosto che quelli del Paese. Una forte preoccupazione per il possibile blocco della rivalutazione delle pensioni previsto per il 2019 che potrebbe coinvolgere non solo quelle dette “D'oro”, i dubbi sulla reale efficacia del Reddito di cittadinanza come strumento per affrontare il problema della povertà (Piaga che andrebbe conosciuta minuziosamente) e l'importanza delle Elezioni Europee previste per la prossima primavera, sono stati altri punti illustrati dal Masciarelli. Il Segretario regionale Lino De Luca è poi passato alla presentazione dell'Assemblea Regionale dei Servizi in rete della Cisl del Lazio, che si terrà a Roma il prossimo 26 Ottobre, presso l'Auditorium Inail di Piazzale Giulio Pastore, evidenziando come i servizi debbano rappresentare la centralità della persona e del territorio; le Ust, ha precisato, devono organizzare le attività dei servizi sul territorio allo scopo sia di assistere gli iscritti nei loro bisogni che di operare in funzione del proselitismo. Il Segretario nazionale Marco Colombo ha prima illustrato tutta una serie di iniziative che la Fnp ha dedicato ai suoi iscritti e poi sottolineato come ai fini del proselitismo sia necessaria una fattiva collaborazione tra sindacato, Inas e Caf, sostenendo che i servizi andrebbero prima sburocratizzati e che poi andrebbe aperto con essi un serio confronto. Circa la situazione politica attuale, esprimendo anche lui un giudizio negativo, vista la mancanza di investimenti, Colombo ha assicurato che la Cisl non resterà a guardare e che è pronta, non trascurando il fatto di informare preventivamente la sua gente, illustrando la pregevole iniziativa delle Confederazioni che hanno presentato una piattaforma unitaria circa i temi da affrontare nel corso delle consultazioni con il Governo, a far sentire la sua voce. Il consueto dibattito caratterizzato dagli interventi dei rappresentanti dei territori e le conclusioni di Masciarelli hanno concluso i lavori.